allemandi
Società  Editrice Umberto Allemandi & C. S.p.a. - Fondata nel 1983 - Torino London New York Venezia

Moreni


Dalla Torino del dopoguerra alla «Regressione della specie»


Mattia Moreni è stato uno dei protagonisti del rinnovamento artistico a Torino dalla seconda metà degli anni quaranta all’inizio degli anni cinquanta, contraddistinti soprattutto dalla fase postcubista. Dopo un breve percorso all’interno del concretismo astratto europeo, Moreni diede l’avvio a una prorompente stagione informale, gestuale e materica che lo porterà a vivere per parecchi anni a Parigi dove, grazie all’incontro con Michel Tapié, il critico francese inventore del termine «informel» e teorico dell’Art Autre, entrò in rapporto diretto con l’Action Painting americana. A partire dagli anni ottanta Moreni sviluppò il suo ultimo impegnativo discorso pittorico, sempre più straripante e deflagrante: un lungo capitolo della sua autobiografia per immagini (e per parole) in cui esplode in modo ribollente e magmatico il pensiero filosofico dell’artista che nasce dalla coscienza profonda di una radicale e per lui irreversibile crisi dei valori umanistici della società moderna e contemporanea.
A cura di: Liliana Dematteis
Pagine: 48
Legatura: Brossura
ISBN: 978-88-422-2102-9
Prezzo: € 15,00 sconto 80% € 3,00