allemandi
Società  Editrice Umberto Allemandi & C. S.p.a. - Fondata nel 1983 - Torino London New York Venezia

Le radici tedesche dell'architettura moderna


Werner Oechslin


L’architettura moderna, consacrata nel 1932 a New York da una mostra intitolata all’International Style, è stata esaltata e attaccata lungo tutto il novecento come prodotto di un clima culturale che prescindeva da specifiche origini nazionali. Eppure molti di quelli che sono stati considerati i grandi maestri della modernità erano tedeschi e nella Germania dei primi trent’anni del XX secolo si erano formati e avevano iniziato a lavorare all’idea di una nuova architettura. I due saggi di questo volume colmano un vuoto, andando a scavare nelle radici tedesche del Movimento Moderno. Nazionalismo, infatuazione per una messianica «epoca nuova», fede nella «spiritualizzazione del lavoro» diventano variabili determinanti negli antefatti dell’architettura moderna. Un attore collettivo come il Deutsche Werkbund da un lato, e uno singolo come Ludwig Mies van der Rohe dall’altro intrecciano e distanziano i loro percorsi in una vicenda appassionante, finalmente ambigua e non più univoca.
A cura di: Manfredo di Robilant
Pagine: 200
Misure: 12 x 19,5 cm
Illustrazioni: 32 bn
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-422-1571-4
Prezzo: € 20,00 sconto 75% € 5,00