allemandi
Società  Editrice Umberto Allemandi & C. S.p.a. - Fondata nel 1983 - Torino London New York Venezia

Linneo a Bologna


di Giovanni Cristofolini, Donatella Biagi Maino


Il Settecento a Bologna si apre nel segno dell’innovazione grazie ad un gruppo di scienziati che fanno capo a Luigi Ferdinando Marsili, il quale, grazie all'appoggio di Clemente XI e in ragione di ingenti donazioni, fonda l’Istituto delle Scienze, destinato a divenire celeberrimo in Europa. Quando Linneo rese noto il suo rivoluzionario sistema di classificazione delle piante era attivo come custode dell’Orto botanico Ferdinando Bassi, figura di rilievo nel panorama internazionale e corrispondente del botanico svedese, con il quale collaborò alla scoperta di nuove specie. I saggi di questo volume ripercorrono i modi, i tempi e i risultati di quella collaborazione, che getta nuova luce sul metodo usato da Linneo per giungere alla sistematizzazione del sapere botanico, così da meglio definire il ruolo eccellente ricoperto da Bologna nell’Occidente illuminista.Giovanni Cristofolini
Giovanni Cristofolini, nato a Spoleto (1939), ha studiato a Padova perfezionandosi presso vari istituti di ricerca in Europa e negli Stati Uniti. Docente di Botanica sistematica all'Università di Bologna e direttore dell'Erbario, ha curato l'ordinamento e la classificazione della collezioni storiche, in particolare degli Erbari di Ulisse Aldrovandi e Antonio Bertoloni.

Donatella Biagi Maino
Donatella Biagi Maino, storica dell'arte, è specialista di pittura bolognese del Seicento e in particolare di Ubaldo e Gaetano Gandolfi. Insegna Museologia e Storia dell'arte moderna all'Università di Bologna.


Pagine: 152 pp.
Misure: 17 x 24 cm
Illustrazioni: 10 col., 59 b/n
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-422-1567-7
Prezzo: 15,00 €