allemandi
Società  Editrice Umberto Allemandi & C. S.p.a. - Fondata nel 1983 - Torino London New York Venezia

Alighiero e Boetti


di Giovan Battista Salerno, Rinaldo Rossi, Andrea Marescalchi


Lo Studio Visconti di Milano ha presentato un’esposizione eccezionale di Alighiero Boetti (1940-1994), artista concettuale e uno dei più rappresentativi all’interno della corrente artistica che ha caratterizzato l’Italia degli anni sessanta, l’Arte Povera.
La scelta dei soli lavori su carta vuole infatti valorizzare lo studio del linguaggio, del tempo e dello spazio che Boetti ha sviluppato nel corso della sua vita e su cui è basato tutto il suo percorso artistico.
Sono presenti tre tipologie di opere di grande formato, dal 1966 al 1982: il primo planisfero politico, le «biro», i collages.
La mappa su carta di Boetti, realizzata sostituendo alla geografia politica degli Stati del planisfero la loro bandiera, è la prima (1969-1970) di una serie celeberrima di mappe ricamate di varie misure, concepite in modo diverso a seconda della situazione politica mutevole della storia contemporanea. L’idea dello scorrere del tempo ritorna nelle “biro”: utilizzando le comuni penne a sfera, oggetti d’uso economici e privi di ambizioni estetiche, Boetti adotta un nuovo mezzo per reinventare il linguaggio artistico, basato sul tratteggio, segno grafico ripetuto e ripetitivo, e su una diversa concezione del rapporto spazio- tempo.
L’idea, tipica di Boetti, di una realtà in perenne trasformazione e in continuo divenire è rappresentata dai collages, caratterizzati da una grande libertà compositiva e da una varietà di tecniche e materiali: timbri, ricalchi, carte di tarocchi, fotografie, disegni architettonici.
Pagine: 62
Misure: 21 x 30,5 cm
Illustrazioni: 38 col.
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-422-1427-4
Prezzo: € 15,00 sconto 15% € 12,75




Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - via Mancini 8, 10131 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012